Allianz, il lavoro che cambia: lavoro ai liceali e smart working.

4 November

Immagine per la news Allianz, il lavoro che cambia: lavoro ai liceali e smart working.

Nel quartiere CityLife di Milano, nell’edificio più alto d’Italia, si trova la nuova sede di Allianz. Proprio qui, in questo grattacielo di 50 piani, sorge un laboratorio che studia come creare valore attraverso il welfare aziendale, che studia le nuove tipologie di lavoro e che implementa nuovi meccanismi di smart working.

Devescovi, direttore generale di Allianz, è fortemente convinto che il benessere delle persone che lavorano in azienda generi valore e che l’equilibrio tra tempo di vita e tempo di lavoro sia fondamentale. Molti sono i progetti sviluppati in quest’ottica, come ad esempio lo smart working a coppie, dove ci si accorda con un collega e ci si gestisce in autonomia; oppure il progetto “Time with Kids” che ha coinvolto 340 bambini tra i 6 e gli 11 anni, invitati a passare del tempo nella torre a fianco dei genitori; i corsi di inglese per tutta la famiglia; il servizio di orientamento per i figli che vogliono entrare nel mondo del lavoro.

Tra tutti, però, quello che più ci ha colpito è Dualità, progetto basato sul modello tedesco, che permette ad Allianz di assumere, attraverso un contratto part time retribuito con 7 mila euro, studenti del quarto e quinto anno delle superiori. Così l’azienda si è impegnata a garantire la presenza di 60 giovanissimi ogni anno, permettendo ad ogni ragazzo di inserire nel curriculum, prima ancora di conseguire la maturità, un vero e proprio lavoro e una certificazione riconosciuta a livello internazionale. Allianz ha applicato la normativa italiana dell’apprendistato duale prevista negli articolo da 41 a 47 del D.lgs. n. 81 del 2015.

We use cookies to enhance your experience on our website. Browsing it you accept the terms of our Privacy policy.